SOCI FONDATORI
SOCI AGGREGATI

Strada dei Vini dei Castelli Romani

La Strada dei vini dei Castelli Romani unisce alle bellezze del territorio la scoperta di una tradizione vinicola che vanta oltre tremila anni di storia.

Questo viaggio si snoda fra cultura locale, archeologia, tradizione gastronomica e bellezze paesaggistiche attraverso le aree di produzione di sette vini DOC: Colli Albani, Colli Lanuvini, Frascati, Marino, Montecompatri-Colonna, Velletri e Zagarolo.
Gli appassionati qui possono scegliere fra un vasto assortimento di vitigni bianchi tra i più diffusi, che vanno dalla Malvasia di Candia alla Malvasia del Lazio, dal Trebbiano toscano al Trebbiano giallo, denominato anche Greco o Grechetto fino al Trebbiano verde, ai quali si aggiungono altri vitigni come il Bellone e il Bonvino o Bombino bianco.
Per gli amanti dei rossi la scelta può cadere invece su vitigni come il Cesanese comune, il Merlot, il Montepulciano, il Nero Buono o Nero di Cori, Sangiovese e il Cerasuolo.

Lungo questa Strada, però, non c’è solo il vino. L’intera area si trova infatti all’interno del Parco Regionale dei Castelli Romani, creato per difendere le bellezze naturalistiche di questi luoghi e tante sono anche le proposte per gli appassionati dell’arte: nei vari paesi ci sono infatti interessanti testimonianze architettoniche del seicento e del settecento e per quanto riguarda le residenze nobiliari, sono senza dubbio da visitare Palazzo Chigi ad Ariccia e Palazzo Sforza - Cesarini a Genzano.

Per finire, non possono mancare i piaceri della tavola. La cucina dei Castelli si distingue soprattutto per la sua genuinità e per l’essere riuscita a trasformare nel tempo alimenti poveri in piatti prelibati. Non è un caso se le tipiche osterie, meglio conosciute come “fraschette” sono ancora oggi  meta dei romani, che arrivano qui per assaporare i prodotti locali, come la famosa porchetta, accompagnata dal buon vino dei Castelli.

Per saperne di più:  www.stradadeivinideicastelliromani.it